• Visit the USI website
  • Go back to the homepage

Institute for Research in Biomedicine
Istituto di Ricerca in Biomedicina

Via Vincenzo Vela 6 - CH-6500 Bellinzona
Tel. +41 91 820 0300 - Fax +41 91 820 0302 - info [at] irb [dot] usi [dot] ch

Trasduzione del segnale

Marcus Thelen, Direttore di laboratorio

Paola Antonello, Rafet Ameti, Sabrina Casella, Matteo Napoli , Diego Pizzagalli, Egle Radice, Sylvia Thelen

Le chemochine sono ben note per la loro funzione nel regolare il traffico dei leucociti. La trasduzione del segnale indotta dai recettori delle chemochine è essenziale non solo per la migrazione agli organi linfoidi e per il richiamo di cellule del sistema immunitario nei siti d’infiammazione, ma anche per la migrazione durante l’embriogenesi, l’angiogenensi e la metastatizzazione dei tumori. Un aspetto che accomuna tutti questi meccanismi è il fatto che le cellule migrano seguendo un percorso generato da un gradiente di chemochine specifiche.  Le chemochine sono prodotte da vari tipi cellulari, come ad esempio le cellule endoteliali, epiteliali e stromali. Studi recenti hanno rivelato altre importanti funzioni del sistema delle chemochine. I recettori definiti “silenti”, non promuovono un tipico segnale, ma sono in grado di intrappolare chemochine specifiche, contribuendo tra l’altro alla formazione del gradiente. CXCR7/RDC1, recentemente identificato come un recettore per CXCL12, sembra possedere questo tipo di attività. A valle dei recettori, piccole GTPasi della famiglia Rho modulano l’attività del citoscheletro. Le GTPasi possono venir attivate da diverso fattori dipendenti dal contesto cellulare. Il gruppo studia i meccanismi molecolari che regolano la migrazione cellulare di leucociti e cellule tumorali, utilizzando metodi di biologia molecolare e biochimica, affiancati dalla visualizzazione al microscopio confocale dell’attività di proteine e della loro localizzazione nelle cellule durante la migrazione.